Argivo

PRIMITIVO DI MANDURIA RISERVA
DENOMINAZIONE DI ORIGINE PROTETTA

Note organolettiche

Rubino concentrato e impenetrabile. Aristocratica eleganza all’olfatto e intensità di profumi. In successione: l’amarena in confettura, l’anice stellato, il cioccolato, il caffè, il tabacco e il balsamico eucalipto. Sul fondo note leggere affumicate. Potente l’assaggio, succo di frutta
e consistenza caratterizzano il gusto. Il suo tenore alcolico importante si armonizza con la tannicità vellutata e la sua freschezza. Opulenza e consistenza tattile chiudono il ricordo, lasciando una lunga scia mentolata sul finale.

Abbinamenti gastronomici

Ossobuco brasato al vino rosso, germano con scalogni caramellati, pici al ragù di lepre. Per tradizione: castrato alla brace, marro pugliese, braciole di carne equina al sugo.

Temperatura di servizio: 18 °C.

27,50

Classificazione: D.O.P. Riserva Primitivo di Manduria.
Uve: Primitivo 100%.
Zona di produzione: Manduria (TA).
Sistema di allevamento: Alberello.
Epoca di vendemmia: può variare dall’ultima settimana di agosto alla seconda settimana di settembre.
Vinificazione: dopo la pigiatura e la diraspatura, seguono 15-18 giorni di permanenza sulle bucce. Segue la svinatura e la fermentazione malolattica, affinamento in barriques per 12 mesi e in acciaio per 6 mesi.
Affinamento: acciaio inox – barriques.

Classificazione: D.O.P. Riserva Primitivo di Manduria.
Uve: Primitivo 100%.
Zona di produzione: Manduria (TA).
Sistema di allevamento: Alberello.
Epoca di vendemmia: può variare dall’ultima settimana di agosto alla seconda settimana di settembre.
Vinificazione: dopo la pigiatura e la diraspatura, seguono 15-18 giorni di permanenza sulle bucce. Segue la svinatura e la fermentazione malolattica, affinamento in barriques per 12 mesi e in acciaio per 6 mesi.
Affinamento: acciaio inox – barriques.

Premi

  • Prodexpo Moscow – Medaglia d’Oro
  • Mundus Vini Meininger, Medaglia d’Argento
  • Decanter Wine Awards, Medaglia di Bronzo

Premi

  • Prodexpo Moscow – Medaglia d’Oro

Mundus Vini Meininger, Medaglia d’Argento